Aggiornamenti relativi al periodo di emergenza CORONAVIRUS COVID-19

Ordinanza sindacale nr. 65 del 29/05/2020 - Modifica e integrazione ordinanza n. 64 (registro sind. n. 28) del 23.05.2020 - Occupazioni suolo pubblico esercizi commerciali e pubblici decreto rilancio 2020. Covid-19


IL SINDACO

Vista la propria ordinanza n. 64 (registro sind. n. 28) del 23/05/2020 con quale veniva disciplinato l’occupazione di suolo pubblico da parte degli esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande di cui alla Legge 287/91;
Considerato che è necessario modificare ed integrare la stessa per meglio aderire alla filosofia del Decreto “rilancio”, e quindi per dare ulteriore semplificazione a tali procedimenti nonché evitare ulteriori costi agli esercenti;

ORDINA

La modifica e l’integrazione del punto 2) del dispositivo che viene riformulato e sostituito così come segue:
2) In caso di richiesta di autorizzazioni già rilasciate nel 2019, per cui si intende occupare lo stesso spazio pubblico, sarà necessario allegare anche un’autocertificazione attestante che nulla è cambiato rispetto alla zona pubblica indicata e ai requisiti del richiedente; tale invio permetterà di occupare sin da subito l’area interessata, senza necessità del rilascio di formale autorizzazione per l’anno in corso (se non eccedente il 31 ottobre 2020).
Ai fini di assicurare il rispetto delle misure di distanziamento connesse all’emergenza sanitaria in corso, in caso di richiesta di ampliamento della superficie già ottenuta nell’anno 2019, con le modalità di cui sopra, deve essere presentata una planimetria aggiornata con la nuova superficie, accompagnata da un’autocertificazione da parte del tecnico che attesti che non vi sono impedimenti alla circolazione e che sono rispettate le norme vigenti in materia, senza necessità del rilascio di formale autorizzazione per l’anno in corso (se non eccedente il 31 ottobre 2020).
La modifica e l’integrazione del punto 3) del dispositivo che viene riformulato e sostituito così come segue:
3) In caso di richiesta di occupazione ex novo, si rispettano le stesse modalità di cui al punto 1); inoltre, al fine di consentire l’immediata occupazione, gli uffici comunali si riservano di comunicare al SUAP, entro 7 (sette) giorni dal ricevimento dell’istanza, eventuali pareri negativi che possano impedire l’immediato rilascio della formale autorizzazione da parte del SUAP (richiesta di spazi già concessi ad altre attività, motivi di sicurezza e viabilità, etc..) o l’eventuale nulla osta, da comunicare per conoscenza anche all’avente diritto.
Al fine di promuovere la ripresa di dette attività danneggiate dalle misure di contenimento, a carattere sia governativo che locale, e per consentire la rimodulazione dei criteri di calcolo tariffario, si rinvia ad atto successivo la comunicazione relativa ai tributi TARIG ed eventuali agevolazioni di dette tariffe, ferma restando la totale esenzione della TOSAP.

Ordinanza sindacale nr. 65 del 29/05/2020 (.pdf)

Emergenza COVID-19. Contributi a fondo perduto per ripartenza delle attività economiche cittadine. INDAGINE PRELIMINARE

 

È intenzione dell’amministrazione comunale porre in essere azioni concrete di sostegno alle categorie particolarmente colpite dall’emergenza Covid-19.

VISTA la delibera n. 74 del 14.05.2020 avente ad oggetto “Atto di indirizzo per erogazione contributi a fondo perduto per ripartenza delle attività economiche cittadine”, avendo individuato i beneficiari del contributo a fondo perduto di cui sopra nelle attività economiche che hanno dovuto chiudere a causa del Covid-19, costituite da commercianti, artigiani, scuole materne private, asili nido, ludoteche, palestre che dovranno essere in possesso dei requisiti da autocertificare (attraverso dichiarazione sostitutive di atto di notorietà), con riserva da parte dell’amministrazione di rivedere la platea degli stessi beneficiari a seguito di un’indagine istruttoria effettuata sui potenziali destinatari del contributo che dichiareranno:

a) Difficoltà di liquidità rappresentata da:

  • mancato pagamento di canone/i di locazione per locale destinato all’attività nel periodo emergenza Covid-19,
  • dal pagamento di mutui non sospesi;
  • e da altre necessità impellenti di liquidità (quali ad esempio pagamento utenze, rate di finanziamento per attività di esercizio non sospese);

b) Di non possedere giacenze bancarie come aziende superiori a 7000 euro;

SI INVITANO

le attività economiche cittadine ad inviare PRELIMINARE istanza di interesse al contributo entro e non oltre il 01.06.2020 alla PEC del protocollo dell’ente Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  (specificando il proprio indirizzo PEC o EMAIL) indicando la sussistenza delle  condizioni di cui ai punti a) e b)  o comunque differenti giustificate  motivazioni per la richiesta del contributo, al fine di quantificare i potenziali beneficiari del precitato contributo che sarà erogato solo ad espletazione dell’indagine e del successivo bando (fino ad un massimo di € 1.500,00 per ciascuna attività da determinarsi in base alle disponibilità finanziarie dell’ente ed in funzione delle istanze che perverranno), precisando che le suddette richieste non costituiranno in alcun modo un vincolo per l’amministrazione all’erogazione del contributo e che sulle dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà presentate dai richiedenti relative al possesso di requisiti per poter beneficiare dei contributi saranno effettuati controlli a campione mediante estrazione casuale di un numero di istanze che saranno inviate agli organi competenti per i relativi controlli.

 IL SINDACO - Dott. Davide Francesco Ruggero Carlucci

 

 

EMERGENZA COVID-19. D.L. n. 33 del 16.05.2020. Disposizioni

IL SINDACO ORDINA

1) Di prorogare la sospensione dell’apertura al pubblico degli uffici comunali (ad eccezione degli uffici stato civile e polizia municipale), sostituendo l’attività di ricevimento con lo sportello telematico e la posta elettronica con le modalità contenute nell’allegato A, per le motivazioni di pubblico interesse citate in premessa, fino alla data di cessazione dell’emergenza epidemiologica dichiarata con delibera del Consiglio dei Ministri del 31.01.2020, salvo definizione di data antecedente stabilita da parte degli organi competenti;
2) Di prorogare la chiusura della Biblioteca Comunale, che ha attivato un servizio di comodato gratuito dei testi mediante consegna stabilita con delibera di G.C. n. 73 del 12.05.2020, con impegno di attivare la consegna a lungo termine su prenotazione, previa disciplina da adottarsi con delibera di giunta comunale, del parco giochi in Via Vittime di via Fani, dell’impianto sportivo in Viale della Repubblica, dello skate park in contrada Scappagrano dalla data del 18.05.2020 al 02.06.2020, per le motivazioni indicate in premessa;
3) Di disporre l’apertura delle restanti aree pubbliche (parchi, ville, giardini pubblici), ivi comprese l’area dog “B.Powell”, nel rispetto delle misure di distanziamento e di divieto di assembramenti previste dalle disposizioni governative citate in premessa, ad eccezione delle aree attrezzate per i giochi dei bambini, che saranno chiuse; evidenziando la sussistenza della responsabilità dei genitori sul mancato rispetto di queste misure da parte dei minori, per le motivazioni di pubblico interesse indicate in premessa;
4) Di disporre l’accesso del pubblico al cimitero nel rispetto delle misure di distanziamento e del divieto di assembramenti, con ingresso da soli o al massimo di componenti appartenenti allo stesso nucleo familiare;
5) Di consentire fino all’effettiva riapertura delle attività economiche e produttive di cui al D.L. n.33 del 16 Maggio 2020 anche nei giorni festivi il funzionamento per asporto e /o domicilio, e quindi con divieto di somministrazione diretta al banco, con consegna in prossimità dell’uscio o all’interno dell’esercizio nel rispetto delle regole del distanziamento, nelle more dell’adeguamento da parte dei precitati operatori ai protocolli e alle linee guida idonei, a prevenire o ridurre il rischio di contagio, di cui all’art 1 comma 14 del precitato D.L.;
6) Di trasmettere copia del presente atto ai Dirigenti, ai Titolari di P.O., al Responsabile Settore Autonomo Legale e al Comandante della Polizia Locale per il seguito di competenza;
7) Di disporre l’obbligo dell’utilizzo della mascherina senza filtro e valvola nei luoghi pubblici fino al 02.06.2020;
8) Di dare atto che sono automaticamente decadute le ordinanze sindacali in contrasto con le disposizioni normative e regolamentari sopravvenute;
9) Di raccomandare ai cittadini il rispetto dell'allegato 4 del dpcm del 26.04.2020;
10) Di raccomandare il rispetto dei protocolli e delle linee guida previsti dal D.L. n. 33 del 16 Maggio 2020, idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio onde evitare di incorrere nelle sanzioni previste dalle disposizioni normative e governative vigenti;
11) Di ricordare che è vietato smaltire guanti, mascherine su sede stradale e su area pubblica per le quali violazioni saranno applicate le sanzioni previste dal codice della strada e dal D.lgs. n. 152/2006;

Leggi tutto...

Emergenza COVID -19. Riapertura delle strutture residenziali/semiresidenziali/ambulatoriali/domiciliari sanitarie, sociosanitarie, socioassistenziali pubbliche, private accreditate/autorizzate all’esercizio/autorizzate al funzionamento

 

Riapertura delle strutture residenziali/semiresidenziali/ambulatoriali/domiciliari sanitarie, sociosanitarie, socioassistenziali pubbliche, private accreditate/autorizzate all’esercizio/autorizzate al funzionamento

Ordinanza sindacale n. 52 del 04/05/2020 (.pdf)

 

 

Emergenza COVID-19. ORDINANZA SINDACALE n.47 del 29/04/2020 avente ad oggetto:”Emergenza COVID-19. Proroga atti sindacali alla data del 17 Maggio 2020”. Rettifica

ORDINANZA SINDACALE n.47 del 29 Aprile 2020 avente ad oggetto: "Emergenza COVID-19. Proroga atti sindacali alla data del 17 Maggio 2020. Rettifica.

Ordinanza n. 51 del 02/05/2020 (.pdf)

 

Emergenza COVID-19. Proroga atti sindacali alla data del 17 Maggio 2020

Emergenza COVID-19. Proroga atti sindacali alla data del 17 Maggio 2020

Ordinanza n. 47 del 29/04/2020 (.pdf)

 

Apertura del cimitero comunale SOLO per i familiari dei defunti deceduti a Marzo e Aprile 2020

Con Ordinanza n. 214 del 28/04/2020 il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano ha ordinato la riapertura dei cimiteri comunali a decorrere da domani 29/04/2020.

Pertanto domani 29/04/2020 e giovedì 30/04/2020 sarà possibile recarsi al cimitero SOLO ed ESCLUSIVAMENTE per i familiari dei defunti deceduti nei mesi di Marzo e Aprile 2020 che purtroppo non hanno avuto la possibilità di salutare per l'ultima volta i loro congiunti.
E' obbligatorio l'uso di mascherina e guanti e il mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1 metro.

Comunicheremo al più presto le modalità di accesso per tutti non appena sarà possibile garantire le entrate contingentate.

 

AVVISO PUBBLICO DISTRIBUZIONE MASCHERINE

L’Amministrazione Comunale, in risposta all’emergenza da COVID 19, rende noto che saranno distribuite gratuitamente le mascherine di protezione ai cittadini di cui all’elenco dei beneficiari buoni alimentari, approvato con determinazione n.476/2020.

La distribuzione sarà effettuata dai volontari della Croce Rossa Italiana a partire dal giorno 29 aprile, che provvederanno ad inserire nella cassetta della posta di ciascun nucleo familiare un sacchetto contenente n. 3 mascherine.

Si precisa che le mascherine devono essere utilizzate rispettando sempre le distanze e le prescrizioni imposte dalle Autorità competenti.

L’Assessore ai Servizi Sociali - Dott. Pasquale Cotrufo

Il Sindaco - Dott. Davide F.R. Carlucci

 

EMERGENZA COVID-19. MISURE URGENTI DI SOLIDARIETÀ ALIMENTARE. APPROVAZIONE ELENCO BENEFICIARI ALLA FRUIZIONE DI BUONI ALIMENTARI VIRTUALI A SEGUITO DELLA CHIUSURA DEL PROCEDIMENTO DI OPPOSIZIONE E IMPEGNO DI SPESA A FAVORE DI ESERCIZI COMMERCIALI

 

All'esito della fase di opposizione è stato pubblicato in Albo Pretorio l'elenco dei soggetti beneficiari e dei cittadini esclusi in via definitiva all'esito della conferenza dei servizi istruttoria dei Servizi sociali.
Agli stessi saranno comunicate via mail le procedure e le credenziali per accedere alla piattaforma. Si prega per tanto di non contattare telefonicamente il servizio sociali ma di attendere le istruzioni via mail.
La graduatoria degli ammessi, per motivi di privacy, tiene conto delle sole prime cifre del documento di identità presentato in sede di istanza.

VI RICORDIAMO CHE I VOUCHER NON SONO CARTACEI MA VIRTUALI E PROTRANNO ESSERE SPESI PRESSO LE ATTIVITA' COMMERCIALI ACQUAVIVESI CONVENZIONATE CON IL SISTEMA.

DETERMINAZIONE N. 476 del 17-04-2020

 

Emergenza COVID-19 - Proroga atti sindacali alla data del 3 Maggio 2020

IL SINDACO ORDINA

  • Di prorogare la sospensione dell’apertura al pubblico  degli uffici comunali (ad eccezione degli uffici  stato civile e polizia municipale ), sostituendo l’attività di ricevimento con lo sportello telematico e la posta elettronica con le modalità contenute nell’allegato A, dalla data del 14 Aprile e fino al 03.05.2020 per le motivazioni di pubblico interesse citate in premessa;
  • Di prorogare la chiusura della Biblioteca Comunale, del cimitero comunale, del centro comunale di raccolta dei rifiuti, del parco giochi in Via Caduti di Tutte le Guerre, dell’impianto sportivo in Viale della Repubblica dello skate park in contrada Scappagrano, dell’area dog “B.Powell” dalla data del 14 Aprile al 3 Maggio 2020;
  • Di trasmettere copia del presente atto ai Dirigenti, ai Titolari di P.O., al Responsabile Settore Autonomo Legale e al Comandante della Polizia Locale per il seguito di competenza;
  • Di prorogare pertanto gli effetti giuridici degli atti amministrativi di seguito indicati dalla data del 14 Aprile al 3 Maggio 2020:

- ordinanza  sindacale  n. 31 del 13.3.2020;

- ordinanza n. 34 del 19.03.2020, che vieta lo svolgimento di ogni attività sportiva o motoria all’area aperta sulterritorio di Acquaviva delle Fonti, consentendo di svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purchè comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona, ai sensi dell’art. 1 comma 1 lett.f) del DPCM del 10 Aprile 2020;

Leggi tutto...

EMERGENZA CORONAVIRUS - DONAZIONI PER MISURE URGENTI DI SOLIDARIETÀ' ALIMENTARE


Comunicazione di conto corrente dedicato

Come previsto dall'ordinanza n.658 del 29 marzo 2020 del Capo del Dipartimento della Protezione Civile presss la Presidenza del Consiglio dei Ministri che individua “Ulteriori interventi urgenti in relazione all'emergenz Coronavirus", il Comune di Acquaviva delle Fonti ha aperto un conto corrente bancario per donazioni da parte dei cittadini da destinare all'emergenza epidemiologica Covid-19.
Le donazioni possono essere effettuate tramite bonifico, sia dall'Italia che dall'estero, utlizzando le seguenti coordinate bancarie:

BBAN: O 01030 41300 000005034685
IBAN: IT 79 O 01030 41300 000005034685
BIC: PASCITM1B99
Intestato a COMUNE DI ACQUAVIVA DELLE FONTI
DONAZIONI EMERGENZA COVID- 19


Prevista detrazione dall'imposta lorda ai fini dell'imposta sul reddito pari al 30% per un importo non superiore a 30.000 eui (comma 1 dell'art.66 del D.L. del 16 marzo 2020).